Magazine by

Innovazione e sostenibilità per Telepass

I valori di Telepass stimolano la progettazione degli uffici curati da DEGW
7/1/2021
Written by
Share:

La trasformazione di Telepass

Gli uffici romani rappresentano al meglio la trasformazione in atto di Telepass, da leader italiano nella riscossione del pedaggio elettronico a piattaforma europea di servizi integrati per le ‘persone in movimento’ rivolta sia al mercato consumer sia al B2B. Il nuovo HQ è stato progettato da DEGW con l’obiettivo di comunicare pienamente l’evoluzione di Telepass, insieme simbolica e concreta. Grazie alla gestione di CBRE, leader al mondo nella consulenza immobiliare, il processo di lavoro è stato garantito nei tempi e nei costi, e anche nella qualità del progetto attraverso la direzione lavori.

Business Park Woliba


Gli uffici si trovano nel Business Park Woliba, in zona EUR Laurentina, di proprietà di un fondo immobiliare gestito da DeA Capital Real Estate SGR. Woliba è stato oggetto di una riqualificazione profonda che gli ha valso il raggiungimento della certificazione LEED Gold: un complesso con una nuova immagine, moderno, altamente tecnologico e soprattutto sostenibile. I cinque edifici che lo compongono hanno uffici flessibili e tecnologicamente avanzati che si sviluppano all’interno di un ecosistema fertile fatto di aree verdi, servizi e spazi pensati per favorire la condivisione delle idee.

Marisa Spisso, Direttore Fondi DeA Capital Real Estate SGR presso la sede di Roma, commenta:

Per la nostra SGR Woliba è una sfida da diversi punti di vista: sfida che stiamo vincendo in un momento come questo in cui il settore degli uffici sta ripensando completamente il proprio ruolo e i propri bisogni. Il nostro Business Park a Roma si è trovato già allineato con queste nuove esigenze, oltre a quelle legate all’emergenza in atto: chi ci ha scelto, come Telepass, ha trovato un ambiente flessibile e capace di rispondere in tempo reale a quello che sta accadendo. Per noi Woliba è più di un luogo dove andare a lavorare: qui lavoro e benessere dei singoli sono facce della stessa medaglia. Telepass con i suoi nuovi uffici ha perfettamente interpretato questo spirito: non sono solo curati e funzionali ma pensati e realizzati per le persone che li abiteranno. Ancora una volta: benvenuti!

Un lavoro di squadra


I 2.500 mq degli uffici Telepass sono disposti sul quinto e sesto piano di uno di questi edifici. Grazie al lavoro di squadra con il Project Management di CBRE i nuovi spazi hanno visto la luce ad aprile 2021.

Alberto Cominelli, Head of Project Management di CBRE Italy racconta:  

Un progetto stimolante, sviluppato in un momento storico molto critico, dove le difficoltà legate al rispetto dei tempi e all’incremento dei costi, sono state coordinate con professionalità dai Project Manager Cecilia D’Agostini e Sabrina Quagliani. Le scelte corrette nell’assegnazione delle priorità e la verifica costante delle lavorazioni hanno permesso al progetto di essere in linea con le aspettative del cliente, consapevole di un lavoro estremamente sfidante.

Identità smart con vocazione green

La strategia votata all’innovazione che guida il progetto si esplicita nel layout e in una particolare attenzione a calibrare gli spazi in base alle necessità reali delle persone. Le postazioni operative in open space, con scrivanie che si regolano in altezza per offrire a tutti il massimo comfort, non hanno infatti posti assegnati.



Alessandro Adamo, Direttore DEGW e Partner Lombardini22, spiega:  

Gli spazi T-Space Roma sposano un nuovo concept di workplace flessibile e dinamico, dove innovazione e sostenibilità creano l’habitat perfetto per un nuovo approccio al lavoro. Gli ambienti sono progettati per rappresentare i valori dell’azienda e la sua identità smart orientata all’innovazione e al green. I driver del progetto sono frutto di un processo di interazione e analisi organizzativa, dove le persone sono al centro e lo spazio riflette – grazie alla sapiente interpretazione  del Design Leader Giuseppe Pepe – comfort, tecnologia, flessibilità con standard qualitativi molto elevati.

Lo spazio è disseminato di molteplici aree ancillari, come piccoli ambienti (focus point) con postazioni in piedi, gli one-to-one per riunioni informali, la creative room con arredi flessibili riconfigurabili, due sale riunioni contigue separate da una parete impacchettabile che da aperta accoglie fino a 20 posti, una stanza wellbeing e la sala eventi al sesto piano che ha la possibilità di trasformarsi in un piccolo auditorium. I pochi uffici chiusi presenti possono all’occorrenza essere utilizzati come sale riunioni.

Interior Design per comunicare i valori aziendali

I valori dell’azienda, legati alla mobilità flessibile, sicura e sostenibile, sono resi evidenti anche nelle scelte di interior design. I colori della corporate identity blu e giallo punteggiano gli spazi, le lampade realizzate su misura creano dinamismo e scenografiche pareti green rappresentano la strada della sostenibilità percorsa da Telepass.



January 7, 2021
Cosa sta Succedendo?
Written by
Share:
January 7, 2021

Innovazione e sostenibilità per Telepass

La trasformazione di Telepass

Gli uffici romani rappresentano al meglio la trasformazione in atto di Telepass, da leader italiano nella riscossione del pedaggio elettronico a piattaforma europea di servizi integrati per le ‘persone in movimento’ rivolta sia al mercato consumer sia al B2B. Il nuovo HQ è stato progettato da DEGW con l’obiettivo di comunicare pienamente l’evoluzione di Telepass, insieme simbolica e concreta. Grazie alla gestione di CBRE, leader al mondo nella consulenza immobiliare, il processo di lavoro è stato garantito nei tempi e nei costi, e anche nella qualità del progetto attraverso la direzione lavori.

Business Park Woliba


Gli uffici si trovano nel Business Park Woliba, in zona EUR Laurentina, di proprietà di un fondo immobiliare gestito da DeA Capital Real Estate SGR. Woliba è stato oggetto di una riqualificazione profonda che gli ha valso il raggiungimento della certificazione LEED Gold: un complesso con una nuova immagine, moderno, altamente tecnologico e soprattutto sostenibile. I cinque edifici che lo compongono hanno uffici flessibili e tecnologicamente avanzati che si sviluppano all’interno di un ecosistema fertile fatto di aree verdi, servizi e spazi pensati per favorire la condivisione delle idee.

Marisa Spisso, Direttore Fondi DeA Capital Real Estate SGR presso la sede di Roma, commenta:

Per la nostra SGR Woliba è una sfida da diversi punti di vista: sfida che stiamo vincendo in un momento come questo in cui il settore degli uffici sta ripensando completamente il proprio ruolo e i propri bisogni. Il nostro Business Park a Roma si è trovato già allineato con queste nuove esigenze, oltre a quelle legate all’emergenza in atto: chi ci ha scelto, come Telepass, ha trovato un ambiente flessibile e capace di rispondere in tempo reale a quello che sta accadendo. Per noi Woliba è più di un luogo dove andare a lavorare: qui lavoro e benessere dei singoli sono facce della stessa medaglia. Telepass con i suoi nuovi uffici ha perfettamente interpretato questo spirito: non sono solo curati e funzionali ma pensati e realizzati per le persone che li abiteranno. Ancora una volta: benvenuti!

Un lavoro di squadra


I 2.500 mq degli uffici Telepass sono disposti sul quinto e sesto piano di uno di questi edifici. Grazie al lavoro di squadra con il Project Management di CBRE i nuovi spazi hanno visto la luce ad aprile 2021.

Alberto Cominelli, Head of Project Management di CBRE Italy racconta:  

Un progetto stimolante, sviluppato in un momento storico molto critico, dove le difficoltà legate al rispetto dei tempi e all’incremento dei costi, sono state coordinate con professionalità dai Project Manager Cecilia D’Agostini e Sabrina Quagliani. Le scelte corrette nell’assegnazione delle priorità e la verifica costante delle lavorazioni hanno permesso al progetto di essere in linea con le aspettative del cliente, consapevole di un lavoro estremamente sfidante.

Identità smart con vocazione green

La strategia votata all’innovazione che guida il progetto si esplicita nel layout e in una particolare attenzione a calibrare gli spazi in base alle necessità reali delle persone. Le postazioni operative in open space, con scrivanie che si regolano in altezza per offrire a tutti il massimo comfort, non hanno infatti posti assegnati.



Alessandro Adamo, Direttore DEGW e Partner Lombardini22, spiega:  

Gli spazi T-Space Roma sposano un nuovo concept di workplace flessibile e dinamico, dove innovazione e sostenibilità creano l’habitat perfetto per un nuovo approccio al lavoro. Gli ambienti sono progettati per rappresentare i valori dell’azienda e la sua identità smart orientata all’innovazione e al green. I driver del progetto sono frutto di un processo di interazione e analisi organizzativa, dove le persone sono al centro e lo spazio riflette – grazie alla sapiente interpretazione  del Design Leader Giuseppe Pepe – comfort, tecnologia, flessibilità con standard qualitativi molto elevati.

Lo spazio è disseminato di molteplici aree ancillari, come piccoli ambienti (focus point) con postazioni in piedi, gli one-to-one per riunioni informali, la creative room con arredi flessibili riconfigurabili, due sale riunioni contigue separate da una parete impacchettabile che da aperta accoglie fino a 20 posti, una stanza wellbeing e la sala eventi al sesto piano che ha la possibilità di trasformarsi in un piccolo auditorium. I pochi uffici chiusi presenti possono all’occorrenza essere utilizzati come sale riunioni.

Interior Design per comunicare i valori aziendali

I valori dell’azienda, legati alla mobilità flessibile, sicura e sostenibile, sono resi evidenti anche nelle scelte di interior design. I colori della corporate identity blu e giallo punteggiano gli spazi, le lampade realizzate su misura creano dinamismo e scenografiche pareti green rappresentano la strada della sostenibilità percorsa da Telepass.



Leggi l’articolo
January 7, 2021
Cosa sta Succedendo?
Written by
Share:
Privati o condivisi, gli spazi esterni assumono primaria importanza, diventando a tutti gli effetti luoghi del progetto.